2018 Maggio, 10 Giovedì 23:59


In data 26 aprile 2018 si è tenuta la videochiamata con Alan Oliveira de Sá, vincitore dello Student Contest organizzato in occasione dell’evento Metrology for Industry 4.0 & IoT.

Alan è laureato in Ingegneria Elettronica al Federal Center for Technological Education of Rio de Janeiro ed è professore alla Brazilian Navy, Center for Electronics and Communications, CIAW. Al momento sta lavorando per ottenere il dottorato in Cyber Security for Control and Automation Systems alla Federal University of Rio de Janeiro. I suoi interessi per la ricerca includono cybersecurity, swarm robotic systems, swarm intelligence, algoritmi evolutivi, sistemi di controllo e difesa, sistemi distribuiti e reti wireless di sensori.

In seguito all’evento si è proposto di spiegare al branch il paper con cui è stato premiato e raccontare lo studio che ha portato lui e il suo gruppo di ricerca a tali risultati.
Il paper in questione, intitolato Evaluation on Passive System Identification and Covert Misappropriation attacks in Large Pressurized Heavy Water Reactors, dimostra come un attacco passivo teso ad identificare un sistema possa rivelarsi uno strumento potente per progettare un attacco Man In The Middle su un PHWR, raggiungendo un discreto livello di coverness. L’obiettivo di questo studio è quello di incoraggiare la ricerca di tecniche in grado di misurare e identificare questo genere di attacchi in sistemi cyber-fisici critici.
Per ulteriori informazioni vedere presentazione in allegato.

Alan ha anche presentato brevemente un altro progetto realizzato dal suo team riguardante sistemi di particelle (SRS). In particolare hanno studiato e realizzato un algoritmo che consentisse di localizzare un insieme di kilobots, piccoli robot in miniatura, per ottimizzare una funzione o disporsi secondo schemi precisi utilizzando la Swarm Intelligence. Questo progetto è stato particolarmente gradito da parte di alcuni membri del branch al punto che si sta pensando di aprire una proposta di progetto in merito a tali argomenti.
A questo proposito Alan ha dato la disponibilità a seguire l’eventuale sviluppo, proponendo idee e suggerendoci delle strategie efficaci.

 

Link utili:

Kilobot project (Harvard University): https://ssr.seas.harvard.edu/kilobots

Alan’s Scientific Contributions: https://scholar.google.com.br/citations?user=I-G02gUAAAAJ&hl=pt-BR&oi=ao