IEEE Student Branch Student Branch Di Brescia

Blindo

Con il progetto Blindo i membri si impegnano nella realizzazione di un dispositivo atto alla semplificazione delle fasi di apprendimento di studenti non vedenti.

La versatilità di questo device permetterà il suo utilizzo in molteplici settori didattici.

Blindo è un dispositivo che permette di gestire l’associazione di un file audio ad un pulsante fisico in un modo semplice e intuitivo per le due tipologie di utenti che lo utilizzeranno.

Header work in progress

L’utente non vedente potrà selezionare uno dei pulsanti e riprodurre il file audio ad esso associato attraverso l’utilizzo di auricolari o di uno speaker esterno.

L’utente normovedente potrà decidere quale soluzione ritiene più opportuna a fini didattici: registrare un file audio attraverso un microfono o caricare un file già esistente attraverso un dispositivo di memoria (chiavetta USB).

Footer I membri del progetto al lavoro sulla fase di registrazione

La fase che permetterà l’associazione di un file audio ad un pulsante sarà realizzata attraverso un’interfaccia grafica snella ed intuitiva, in questo modo l’utente normovedente potrà essere indipendente e modificare a proprio piacere la struttura del device.

La presenza di uno schermo touch screen capacitivo servirà proprio a migliorare questo tipo di esperienza.

Il progetto prevede lo sviluppo del primo prototipo con un Raspberry Pi 3 , single-board computer, sul quale verrà sviluppato il lato software, interamente programmato in Python.

Membri del progetto

  • Yari Bussi (referente) yaribussi@ieee.org
  • Diego Berardi
  • Samuele Ponzin
  • Massimiliano Tummolo
  • Simone Caldarella (osservatore)

Collaborazione con lo Student Branch di Napoli

Dopo il succeso dell’IEEE Student Contest tenuto dallo Student Branch di Brescia lo scorso anno durante l’IEEE International Workshop on Metrology for Indutry 4.0 & IoT lo Student Branch sta quest’anno collaborando ad organizzare un Hackathon in occasione del MetroInd4.0&IoT 2019:

Header

The Instrumentation and Measurement (IM) Italy Chapter, the IEEE Sensor Council and the IEEE Student Branch of Naples, in cooperation with IEEE Student Branch of Brescia and of Università Campus Bio-Medico di Roma, are proud to announce the MetroInd4.0&IoT 2019 IEEE Student Hackathon, which will be held during the 2019 IEEE International Workshop on Metrology for Industry 4.0 & IoT (MetroInd4.0&IoT).

Per informazioni dettagliate consultare il sito ufficiale dell’evento.

Cos’è il MetroInd4.0&IoT?

MetroInd4.0&IoT nasce con due principali obbiettivi:

  • avere chiaro il contributo della metrologia per lo sviluppo dell’industria 4.0 e l’IoT al giorno d’oggi;
  • discutere delle nuove opportunità offerte dall’industria 4.0 e dell’IoT per lo sviluppo di nuovi apparati e metodi di misura.

MetroInd4.0&IoT ha il fine di unire persone che lavorano per sviluppare strumentazione e metodi di misura per l’industria 4.0 e l’IoT. Vi è una particolare attenzione, nonostante si sviluppi anche altro, alle nuove tecnologie per la produzione metrologicamente assistita nell industria 4.0: oltre che allo sviluppo di componenti di misura, sensori e sistemi di condizionamento di quest’ultimi nell’ecosistema IoT si è interessanti anche a metodi di calibrazione di test e misure elettroniche.

CISB2018

Header

La prima edizione Conference of IEEE Student Branch of Brescia (o brevemente CISB) si è conclusa la sera del 5 Dicembre 2018.

L’Organizzazione

L’idea, nata da Bono Massimo, ha coinvolto in questa edizione gran parte del gruppo: Pasquali Paolo ha avuto il compito di co-organizzatore dell’evento ed in seguito Chair di sala nello svolgimento. Un ruolo fondamentale è stato assunto dall’intero Publicity Committee, capitanato da Onofri Nicola e con particolare coinvolgimento di Dusi Michele e Rossi Andrea. Questo comitato si è impegnato nel pubblicizzare la conferenza in modo impeccabile su tutti i social a disposizione dello Student Branch realizzando contenuti grafici di alto livello ed uniformi nello stile. Inoltre, sono stati realizzati quiz accattivanti sulle pagine Facebook ed Instagram del gruppo per attirare pubblico. A loro si assegna anche il merito di aver gestito le iscrizioni tramite Eventbride, strumento online per l’organizzazione di eventi. Altri ruoli di particolar importanza sono interpretati da Richiedei Emanuele come fotografo per la giornata ed i relatori membri del STB1019:

L’Evento

La giornata inizia alle nove del mattino con l’apertura dell’aula al pubblico e si riempie subito con tre presentazioni. Un’abbondante pausa pranzo ha spezzato il ritmo, per poi proseguire con i restanti due incontri da metà pomeriggio fino a sera e terminare con il saluto del Chair Caldarella Simone. Di seguito, in ordine di presentazione, la scaletta dei seminari svolti:

  • [09:30->10:15] Bono Massimo in Introduction to Aspect Programming in Java
  • [10:30->11:15] Pellegrini Dario in Kotlin: getting started
  • [11:30->12:30] Caldarella Simone in Reti Convoluzionali
  • [15:45->16:45] Rossi Andrea in Docker Container: Dev in your way!
  • [17:00->18:00] Brancatisano Nikita in GaSP: A Unity3D Game

I Risultati

Image

La conferenza si è svolta come da programma durante tutta la giornata. Qualche difficoltà e ritardi non sono di certo mancati, ma l’organizzativo è riuscito con piccole modifiche ad orari e programma a risolverle in modo che i partecipanti non ne risentissero in alcun modo.

L’evento è stato un successo di affluenza con 46 presenze totali. Togliendo membri e relatori si hanno in totale 33 studenti interessati ai seminari discussi e per alcuni si è conquistata la presenza per l’intera giornata. Il progetto ha ottenuto l’approvazione dell’Università degli studi di Brescia stessa: la quale ha fornito il luogo di svolgimento, l’aula consiliare del polo ingegneristico, e l’autorizzazione all’uso dei loghi universitario e del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione (DII) per il materiale publicitario.

L’esperienza porta grandi risultati per lo Student Branch e sicuramente molte nuove competenze.

Se ti interessano informazioni per le prossime edizioni, segui la pagina dell’evento.

AI into the wild

Con il progetto “AI into the wild” l’obbiettivo che si è voluto raggiungere è di testare e portare al limite quelle che sono le possibilità di una CNN (Convolutional Neural Network) nella risoluzione di un task di “Face Recognition”.

Cos’è una CNN?

Una CNN è una rete neurale convoluzionale, ossia un programma che riesce per mezzo del machine learning ad apprendere come distinguere e categorizzare un set di immagini, in base a features che riesce ad estrapolare da un Data-set, secondo tipologie scelte dall’utente.

In cosa consiste AI into the wild?

Il programma sfrutta due framework largamente usati nel campo dell’Intelligenza artificiale, Tensorflow e OpenCV. Il progetto è consistito nel realizzare una rete convoluzionale con Tensorflow che potesse estrapolare features da delle immagini, OpenCV al fine di trovare i volti all’interno di una immagine ed infine tramite il transfer learning far si che la rete convoluzionale avesse l’abilità di categorizzare i vari volti.

Come funziona nel concreto il programma?

Inizialmente all’utente viene richiesto un video di 20 secondi per ogni persona che si vuole che il programma impari a riconoscere. In seconda battuta la rete neurale viene allenata sul dataset fornito (circa 200 immagini per persona, estrapolate dal video) e fornisce una statistica sulla possibile accuratezza. Infine non resta che dare in pasto al programma una foto con una o più persone tra quelle scelte precedentemente e l’algoritmo restituirà in output la foto con un riquadro intorno al viso della persona con il nome al di sotto e, accanto a questo, la percentuale di accuratezza.

Footer

Membri del progetto

Simone Caldarella (Referente) simone.caldarella.it@ieee.org

Massimo Bono (Osservatore)

Skull of Summer 2018

Header

La Skull Of Summer si basa la propria attività attraverso un percorso con sfide annesse, distribuite su una settimana (lavorativa, in generale). In meno di 5 giorni, ciascun partecipante acquisisce conoscenze specifiche e mirate, applicandole ad una problematica altrettanto specifica. Durante l’attività di apprendimento e lavoro, ciascun partecipante può consultarsi con chiunque dei presenti, al fine di stimolare il fattore di networking ed agevolare la libera circolazione delle idee.

Cosa tratterà la Skull Of Summer 2018?

Il C oltre i puntatori, gli alberi binari e le liste: un viaggio all’interno del C per scoprire anfratti sconosciuti e decisamente singolari. A tutti i partecipanti sarà fornito il materiale di supporto. L’intero evento è disponibile solo per tutti gli Studenti dell’Ateneo dell’Università degli Studi di Brescia. Non è aperto al pubblico.

Programma Skull Of Summer 2018

Registrazioni al link REGISTRAZIONE

Inizio: Lunedì 30 Luglio • Fine: Venerdì 3 Agosto

Orario inizio: 9:00 • Orario Fine : 18:00

Aula prenotata: TB

Pausa pranzo: autonoma

Programma

Lunedì

Presentazione programma CrushCourse di C, presentazione del materiale a supporto per i partecipanti e ripasso nozioni di programmazione C:

  • Ripasso dei concetti base di C
  • Il processo di compilazione
  • Direttive al preprocessore
  • Enum, Union e Struct
  • Puntatori a funzione
  • Utilizzi del Typedef
  • Goto
  • Volatile
  • Modularità in C

Pausa Pranzo

  • Un esempio di modulo
  • Intercettare le memory leaks
  • Macro programming
  • Esempio di utility log
  • Panoramica di Cmake
  • Client-Server
  • Static & Dinamic Linking
  • Ottimizzazioni

Martedì

Conclusione ripasso e proposta progetti in gruppo o da soli.

Mercoledì e Giovedì

Realizzazione progetto

Venerdì

Conclusione lavori e presentazione progetti.

FAQ

Dove e Quando si terrà la Skull Of Summer

Dal lunedì 30 Luglio sino a Venerdì 3 Agosto, dalle 9:00 alle 18:30, aula TA presso la macro-area di Ingegneria (Via Branze 38 ex-facoltà di ingegneria). L’aula si trova di fronte alle aule N1, piano terra.

Sono necessari particolari impostazioni?

È fondamentale munirsi di un proprio PC (portatile); se possiedi Windows™ o macosx™, dovrai installare VirtualBox™ (o vmware™) e creare una macchina virtuale. Installare VirtualBox e creare una macchina virtuale con Ubuntu 16.10

Link alla documentazione ufficiale e completa VirtualBox. Se utilizzi GNU/Linux™ non è necessaria alcuna installazione particolare.

È necessario registrarsi?

La registrazione tramite eventbrite garantisce la prenotazione del posto a sedere. Il primo giorno verranno registrati ulteriori partecipanti se e solo vi saranno posti disponibili. L’evento è aperto ai soli studenti dell’Università degli Studi di Brescia. Link alla registrazione REGISTRAZIONE

Dettagli pausa pranzo

Il primo giorno verranno raccolti i nominativi dei presenti per confermare l’offerta da parte di uno dei locali della zona. Sono garantiti alimenti per diete Vegane, Vegetariane e non. La proposta non è obbligatoria, ma per il primo giorno non sarà possibile disporre di alcun servizio specifico. Ulteriori dettagli durante la prima mattinata.

Non ho mai programmato: questo corso mi può aiutare?

Purtroppo no: questo corso è specifico per chi ha già una base di programmazione (anche solo Java™) e permette l’approfondimento di tematiche estremamente complesse.

Potrò seguire in Live il corso?

Il corso è pensato per permettere la libera circolazione delle idee in un contesto specifico: pertanto abbiamo deciso di non offrire alcun servizio di streaming.

Il materiale del corso sarà disponibile?

Sì, per tutti i partecipanti verrà fornito il link. Alla fine del corso, il suddetto sarà disponibile da questo articolo.

Desidero contattarvi per ulteriori dubbi: come posso fare?

Utilizza i nostri profili social

  • Facebook
  • Twitter

Oppure contatta gli organizzatori tramite il form dei loro profili. Riceverai la risposta via email (da te indicata).

  • m at bono dot unibs dot it